Filler occhiaie, il trattamento a base di acido ialuronico


Scritto da Adele Sparavigna

Dermatologa e Venereologa / Dermatologist and Venereologist


Filler occhiaie, il trattamento a base di acido ialuronico

Particolarmente visibili durante periodi di forte stress e insonnia, le occhiaie sono una delle problematiche più diffuse che maggiormente segna il nostro volto,

togliendo immediatamente freschezza e bellezza allo sguardo a prescindere dal sesso e dall’età del soggetto in questione.

Filler occhiaie: quando intervenire

Nonostante gli enormi progressi nel campo della dermatologia estetica, le occhiaie, antiestetici aloni scuri sotto gli occhi, rappresentano una problematica di complessa risoluzione. La difficoltà principale risiede nella natura eterogenea di questo inestetismo; la presenza delle occhiaie è di base congenita ma diversi fattori possono peggiorarne l’aspetto: carenze vitaminiche, uno stile di vita poco salutare, problemi legati al microcircolo superficiale. Oltre a ciò l’inesorabile processo di invecchiamento cutaneo si accompagna ad una graduale perdita di volume e turgore, con conseguente infossamento del solco orbitolacrimale.

Filler occhiaie: risultati

La medicina estetica offre diverse possibilità di trattamento la cui selezione verrà determinata solo in seguito ad un’accurata valutazione anatomica e clinico-anamnestica. Le biorivitalizzazioni a base di acido ialuronico e preziosi microelementi, aumentano l’idratazione profonda e stimolano il microcircolo cutaneo per un refreshing immediato dell’intero contorno occhi. La particolare sinergia di elementi dermoattivi ha un’attività schiarente, rendendolo il trattamento ideale per le occhiaie causate da stress, carenze alimentari e invecchiamento cutaneo. In presenza di una evidente zona d’ombra dovuta all’infossamento dell’area infraoculare sarà invece preferibile orientarsi verso filler a base di acido ialuronico a peso molecolare medio , per un effetto riempitivo e rivolumizzante.

Filler occhiaie: controindicazioni

Benché efficaci i filler occhiaie di acido ialuronico non sono privi di controindicazioni. C’è infatti la possibilità di intaccare i vasi o i condotti lacrimali, provocando effetti indesiderati oppure una “tyndalizzazione” con conseguente comparsa di una macchia bluastra quando il prodotto viene accidentalmente introdotto all’interno di una borsa infraorbitaria, provocando anche un leggero rigonfiamento; per tali ragioni è importantissimo rivolgersi a professionisti esperti che eseguano trattamenti clinicamente testati attraverso le corrette procedure d’impianto.

[rrssb options="email,facebook,twitter,pinterest"]