La fotobiomodulazione: di cosa si tratta


Scritto da Areastream


La fotobiomodulazione è una tecnologia che sfrutta luci a diodi LED: i fotoni stimolano i mitocondri, dei recettori che producono l’energia necessaria alle funzione biologiche.Questo meccanismo innesca tutta una serie di reazioni biochimiche che stimolano le cellule. L’utilizzo è molto versatile e un esempio è quello delle lampade al collagene: questo trattamento stimola la produzione di collagene ed elastina, restituendo tonicità alla pelle, rivitalizza i tessuti ed è impiegato nei trattamenti di ringiovanimento di viso e corpo, ma viene anche utilizzato ridurre smagliature e adiposità localizzate. Questa metodologia è una delle più sicure, totalmente indolore e non invasiva.

[rrssb options="email,facebook,twitter,pinterest"]