Laser smagliature: indicazioni e tipologie


Scritto da Adele Sparavigna

Dermatologa e Venereologa / Dermatologist and Venereologist


Laser smagliature: indicazioni e tipologie

Le “striae distensae”, questo il termine medico per definire le smagliature, rappresentano uno dei problemi estetici tipicamente femminili più diffusi. 

Il laser smagliature rappresenta il trattamento più indicato per questo inestetismo.

Le smagliature

Le smagliature sono visibili cicatrici che alterano la tonicità, l’uniformità ed il colorito del derma. Le zone maggiormente interessate sono cosce, glutei e seno; ma il fenomeno colpisce anche il genere maschile a livello dei fianchi e delle spalle. Le lesioni interessano non solo la componente cellulare, ma anche quella fibrosa del derma, collagene ed elastina. Le smagliature assumono caratteristiche diverse in base allo stadio evolutivo in cui si trovano. Compaiono come “striae rubrae”, linee di colore rosso-violaceo in rilievo, un processo infiammatorio dermico dovuto alla frammentazione delle fibre collagene ed elastiche accompagnato a dilatazione capillare. Dopo alcuni mesi si modificano strutturalmente e visivamente assumendo un colorito perlaceo, da cui il nome “striae albae”. Questa è la forma che più spaventa: cicatriziale e depressa rispetto alla superficie cutanea, è di tipo permanente.

Pulsed Dye Laser e Laser Frazionato

Attualmente l’utilizzo della tecnologia laser rappresenta il trattamento d’elezione per questo tipo di inestetismo. Il pulsed dye laser (PDL) risulta particolarmente indicato per attenuare le striae rubrae: rilascia un intenso fascio di luce nelle zone cutanee da trattare, che, una volta assorbito dai vasi sanguigni, va a ridurre la dilatazione capillare e la conseguente pigmentazione. Il laser frazionato, un nuovo tipo di laser ad alta potenza è invece indicato per le striae albae. Agisce bruciando delle piccolissime frazioni di tessuti in profondità, ma lasciando intatta la pelle in superficie, e di conseguenza i tempi di guarigione e per la ripresa delle normali attività si abbreviano molto. In questo modo promuove la formazione di neo collagene e stimola la riorganizzazione delle fibre elastiche, comportando una significativa riduzione delle smagliature, della loro lunghezza ed ampiezza. Il protocollo di trattamento dipende dalla tipologia di lesione. Se le smagliature sono recenti e non troppo profonde può bastare una sola seduta per renderle praticamente invisibili e i risultati si apprezzano entro un mese dal trattamento.

Laser smagliature: indicazioni e controindicazioni

Attenzione però: il trattamento laser smagliature ha precise indicazioni e controindicazioni, solo il medico può stabilire se utilizzarlo o no su un determinato paziente. Dopo un intervento laser sono da evitare assolutamente esposizione al sole, al calore (saune) e praticare attività sportiva intensa subito dopo la seduta. Si può manifestare sulla pelle trattata un residuo di iperpigmentazione, che normalmente scompare dopo poche settimane o mesi ma che può essere prevenuto. Infine, il trattamento delle smagliature può beneficiare anche di altri protocolli quali infiltrazioni biorivitalizzanti e bioristrutturanti, trattamenti locali domiciliari, integrazione alimentare.

 

[rrssb options="email,facebook,twitter,pinterest"]