Lifting viso, il trattamento meno invasivo


Scritto da Adele Sparavigna

Dermatologa e Venereologa / Dermatologist and Venereologist


Lifting viso, il trattamento meno invasivo

Per ottenere con successo un effetto lifting viso, è possibile intervenire anche con la medicina estetica in un modo molto meno invasivo.

Lifting viso non chirurgico

Dall’inglese “to lift” =sollevare, è un termine sempre più spesso utilizzato non solo per indicare l’intervento di chirurgia plastica più richiesto e che permette di trattare il rilassamento di viso e collo riposizionando i muscoli e distendendo la cute. Attualmente, anche interventi di medicina estetica quali filler di acido ialuronico, fili di sospensione e fili biorivitalizzanti vengono utilizzati con successo per ottenere un effetto lifting viso. Questi ultimi, minimamente invasivi, consentono, se eseguiti in tempo, di posticipare di diversi anni il ricorso alla chirurgia, se non addirittura ad eliminarlo.

Lifting viso non invasivo

Attenzione però: l’effetto lifting non si ottiene aumentando progressivamente, e spesso eccessivamente, i volumi del volto ma creando dei vettori di trazione e correggendo l’anarchia dei volumi causata dall’azione del tempo. Il tutto solo dopo aver eseguito un’attenta valutazione estetica del soggetto. Utile a questo scopo, è mostrare al proprio medico una foto di quando si era più giovani. Questo consentirà di lavorare cercando di ritornare alla fisionomia iniziale. Occorre inoltre ricordare che qualsiasi trattamento, più o meno invasivo, dovrà essere accompagnato a trattamenti cosmetici mirati ed uno stile di vita sano.

[rrssb options="email,facebook,twitter,pinterest"]