Le smagliature: lo striped che vorremmo eliminare dal nostro look.


Scritto da Adele Sparavigna

Dermatologa e Venereologa / Dermatologist and Venereologist


Le smagliature: lo striped che vorremmo eliminare dal nostro look.

 Il rigato è un evergreen nel guardaroba di ogni fashionista ma non deve esserlo sulla pelle. Le smagliature si possono prevenire: ecco le regole.

Le smagliature sono alterazioni che riguardano lo strato più profondo della cute, il derma. Si tratta di vere e proprie cicatrici che si formano in seguito allo strappo, in alcune zone, delle fibre di collagene, la sostanza che rende la pelle robusta e compatta.

 

Quando in queste aree avviene un cedimento, sullo strato più superficiale della pelle compaiono lievi depressioni, a linee più o meno sottili, singole o multiple. Si formano, cioè, delle zone lasse (molli), veri e propri “crepacci”, e appare la caratteristica linea cicatriziale. Al tatto le smagliature sono lisce, di larghezza e lunghezza variabile, e non presentano sempre lo stesso aspetto poiché si trasformano nel tempo.

 

Come si riconoscono le smagliature.

Le smagliature passano attraverso due fasi evolutive. Subito dopo la rottura delle fibre di collagene a cui segue l’infiammazione della zona, si presentano come linee rosse sulla pelle. Queste linee, con il passare del tempo diventano sempre più bianco-perlacee. Alla fine della trasformazione assumono la forma di strisce bianche e depresse ricoperte da uno strato di epidermide (la parte più superficiale della pelle) atrofica. È la fase in cui si è formata la cicatrice.

 

Chi è maggiormente colpito dalle smagliature.

Il sesso più a rischio di smagliature è sicuramente quello femminile perché gli estrogeni predispongono le fibre del derma a una maggiore fragilità. Le più predisposte a sviluppare questo inestetismo sono le giovani. Durante la pubertà infatti il corpo subisce importanti modifiche per effetto degli ormoni: i distretti corporei crescono rapidamente e alcune zone vanno incontro a una trazione, le fibre collagene sono ancora immature e la pelle si “strappa” facilmente. Le zone più colpite sono i fianchi, il seno e i glutei. Il fenomeno delle smagliature è in crescita anche nel sesso maschile: durante la pubertà infatti gli ormoni rendono più fragile anche la pelle degli uomini. Le sedi colpite sono diverse: schiena, braccia e cosce.

 

Le smagliature possono essere provocate da cause patologiche o fisiologiche. Nel primo caso sono dovute a malattie che richiedono cure prolungate a base di cortisonici (che rendono la pelle meno elastica) o a malattie genetiche che alterano la struttura del derma. Nel secondo caso sono legate al sesso e all’età.

 

I segreti per prevenire le smagliature.

È possibile prevenire la nascita di nuove smagliature o scongiurare del tutto questo inestetismo seguendo alcune semplici regole:

  1. Evitare rapide variazioni di peso.
  2. Non sottoporre la pelle a una tensione troppo elevata (come in caso di esercizio fisico troppo intenso).
  3. Non sottoporre la pelle a massaggi intensivi.
  4. Non mangiare in modo disordinato: la dieta deve essere povera di sodio e di grassi, e ricca invece di vitamine, sali e fibre. In particolare è importante consumare la vitamina C, che rinforza le fibre del derma. Si trova negli agrumi, nel finocchio crudo, nel prezzemolo, nei kiwi.
  5. Non usare mai acqua troppo calda: i tessuti “cedono” al contatto con essa, mentre si tonificano con acqua tiepida e fredda.
  6. Non indossare indumenti troppo stretti.
  7. Non trattare la pelle con detergenti aggressivi, ma sceglierli sempre con Ph neutro.
  8. Ammorbidire e idratare quotidianamente la cute con creme idratanti e emollienti .

E ricordiamo: finché le smagliature si manifestano come linee rosse, seguendo questi accorgimenti possiamo farle regredire del tutto!

[rrssb options="email,facebook,twitter,pinterest"]