Acque Detox: servono davvero?


Scritto da Dottoressa Mirella Gallo

Tecnologa Alimentare & Personal Trainer / Food Technologist & Personal Trainer


Acque Detox: servono davvero?

Esiste un “magico elisir” in grado di depurare il corpo dai “veleni” che si accumulano quotidianamente?

Sì. Ormai è noto che la depurazione dell’organismo è essenziale per mantenerlo sano, ma a molti sfugge che l’acqua sia quell’elisir tanto agognato. Siamo fatti per circa il 70 – 80% di acqua e il modo migliore per mantenerci in salute è rinnovarla costantemente. Bere acqua durante tutto l’arco della giornata permette la normale attivazione degli organi emuntori così da eliminare scorie e tossine.

In Italia il 5% della popolazione beve poco: per pigrizia o per mancanza di tempo o perché non si prova più il piacevole gusto a mandar giù un semplice bicchier d’acqua. Come educare le persone a bere? Le acque detox, ricche di vitamine e altri oligoelementi, “insaporite” in modo del tutto naturale, sono un vero toccasana per invogliare a bere almeno la quantità necessaria e permettere un’adeguata depurazione, idratazione e cura di alcuni tipi di infiammazione.

Mentre in passato ci si aiutava con l’aiuto di bevande (infusi e decotti) che prevedevano la bollitura dell’acqua e l’infusione successiva di erbe come la melissa, il biancospino, la malva, ecc., oggi possiamo creare una bibita detox senza bollitura dell’acqua, mettendo in infusione frutta o ortaggi per alcune ore in frigorifero.

Le vitamine e i minerali migreranno dai vegetali all’acqua che diventerà così gustosa, colorata e nutriente. Bere qualche bicchiere d’acqua (soprattutto a digiuno) con un infuso di mela e cannella, oppure pesca e melone, o ananas, lime e zenzero, oppure con un infuso di fragole – solo per citare alcuni abbinamenti – aiuta a ridurre il gonfiore addominale, sblocca il metabolismo lento e stimola la diuresi.

Ovviamente ci si depura realmente abbinando a queste acque fruttate un’alimentazione leggera e una regolare attività fisica.

 

[rrssb options="email,facebook,twitter,pinterest"]