Mandarini, proprietà e benefici.


Scritto da Dottoressa Mirella Gallo

Tecnologa Alimentare & Personal Trainer / Food Technologist & Personal Trainer


Mandarini, proprietà e benefici.

Il mandarino, originario della Cina e dell’Indocina, è oggi un frutto che, oltre ad essere molto gradito in tutto il mondo per il suo sapore, ha dalle caratteristiche proprietà benefiche.

Mandarini: vitamine e proprietà nutrizionali

Questo agrume, appartenente alla famiglia delle Rutacee è un frutto tipicamente autunnale e rimedio naturale contro i primi raffreddori di stagione. Come la sua “sorella” arancia è ricco in vitamine ( C, A, del gruppo B, E) e sali minerali (potassio, calcio, sodio, magnesio, zinco, rame, ferro, bromo e manganese), ma se ne differenzia per il sapore più dolce della polpa e per le dimensioni più ridotte.

Molto importante è anche il suo contenuto amminoacidico: acido aspartico, leucina, lisina, isoleucina, arginina, prolina, metionina, tirosina , valina, treonina, fenilalanina, serina, glicina, cistina, triptofano e acido glutammico. Gli zuccheri che lo compongono sono il destrosio, il fruttosio ed il saccarosio. Il mandarino, inoltre, contiene numerose sostanze fitochimiche e antiossidanti (tra cui la tangeretina, il limonene e l’esperidina).

Mandarini: fanno bene a tutto l’organismo

I nutrienti e le componenti ora elencati, rendono il mandarino, quindi, un ottimo alleato del sistema immunitario, di quello digerente e di quello nervoso per le proprietà antitumorali, digestive, antisettiche e sedative. Inoltre la quantità non trascurabile di fibre solubili che contiene, aiuta ad abbassare i livelli di colesterolo nel sangue e a proteggere il nostro cuore. Il consumo di mandarino fa bene alla nostra pelle rendendola vivace e ringiovanita perché viene stimolata la produzione di collagene e contrastata l’attività dei radicali liberi. Il succo è diuretico, quindi combatte la fastidiosa ritenzione idrica e regola gli sbalzi di pressione arteriosa.

Mandarini: tutti gli usi in cucina

Come consumare il mandarino? Fresco a spicchi o spremuto o centrifugato, come frutto singolo o in macedonie o frullati. Questo frutto, però, si adatta anche ad accompagnare le insalate e la maggior parte delle verdure fresche, in contorni esotici e spiritosi. In pasticceria può guarnire qualsiasi tipo di dolce, purché utilizzato fresco o ricoperto di gelatina.

Mandarini: un aiuto per la bellezza

La buccia del mandarino, molto aromatica, e, in genere, utilizzata nella produzione di liquori e sciroppi (il caratteristico “Mannarinu di Sicilia” ne è un esempio), è molto ricercata in cosmetica perché la sua essenza è in grado di ridurre le smagliature e gli inestetismi della cellulite. Inoltre, ha proprietà rilassanti per i muscoli. Come tutti i tipi di frutta, essendo un alimento zuccherino, bisogna sempre moderarne il consumo giornaliero.

 

[rrssb options="email,facebook,twitter,pinterest"]