Perchè mangiare il carciofo, ecco le sue proprietà


Scritto da Dottoressa Mirella Gallo

Tecnologa Alimentare & Personal Trainer / Food Technologist & Personal Trainer


Perchè mangiare il carciofo, ecco le sue proprietà

Il carciofo è l’ortaggio del benessere per eccellenza: le sue proprietà benefiche sono innumerevoli.

Ricco di vitamine e sali minerali, la Cynaria cardunculus vanta innumerevoli caratteristiche naturali positive per la nostra salute. E’ un alimento altamente digeribile, anche se mangiato crudo. Lo si utilizza non soltanto in cucina per il suo gusto delicato e gradevole, ma è anche molto apprezzato dalla medicina naturale che ne sfrutta l’azione benefica dei suoi estratti.

L’azione benefica dei suoi costituenti: La presenza di vitamina C, B1 e B3, di vitamina K rende questo ortaggio un alimento antiossidante e protettore dell’apparato circolatorio e del sistema nervoso. Sodio, potassio, ferro, rame, zinco, manganese, selenio, suoi minerali costituenti, esercitano numerose azioni benefiche: contrastano gli inestetismi della cellulite, regolano numerose reazioni biologiche, sono coinvolti nella produzione cellulare del sangue.

Ricco di acqua e fibra, il carciofo apporta pochissime calorie alla nostra alimentazione (47 Kcal per 100 g) ed è ideale nei regimi dietetici. Alcuni suoi costituenti, come la rutina (un flavonoide), l’acido caffeico (ed i suoi derivati), la cinarina, l’inulina, l’acido clorogenico e il cinaratriolo ( un lattone sesquiterpenico) fanno del carciofo un alimento essenziale per recuperare, in modo naturale, lo stato di benessere e salute di fegato, reni, intestino, pelle e regolare i livelli di colesterolo e modulare il dimagrimento corporeo. Nello specifico la cinarina ha azione calagoga e coleretica che agisce sulla produzione e secrezione della bile e per questo migliora le funzioni di fegato ed apparato digerente.

Il carciofo contribuisce anche alla disintossicazione dell’organismo e alla sua depurazione. L’inulina del carciofo modula i livelli di glucosio nel sangue e può risultare un coadiuvante naturale nella terapia farmacologica dei diabetici. Inoltre, questo composto favorisce l’abbassamento dei livelli di LDL (colesterolo cattivo) nel sangue per la sua azione probiotica. L’acido clorogenico, invece, interviene nel contrasto dei radicali liberi, rallentando l’invecchiamento della pelle. Il carciofo è un alimento diuretico e lassativo ed è un ottimo mezzo per contrastare la ritenzione idrica, la cellulite e l’accumulo di residui grassi nell’intestino.

Carciofi e controindicazioni: I carciofi sono alimenti benefici il cui consumo migliora certamente il nostro stato di salute. Un uso e abuso non è consigliato per chi soffre di calcoli biliari e per le donne in allattamento.

Una tisana a base di carciofo: per eliminare le tossine, migliorare il dimagrimento, modulare i livelli di colesterolo nel sangue, si consiglia sovente, di preparare una tisana con foglie essiccate di carciofo da far decantare per almeno un quarto d’ora, in una tazza d’acqua bollente. Per gustare al meglio alla fine filtrare e addolcire aggiungendo un po’ di miele d’acacia.

[rrssb options="email,facebook,twitter,pinterest"]