Verdure di febbraio, una gustosa varietà!


Scritto da Dottoressa Mirella Gallo

Tecnologa Alimentare & Personal Trainer / Food Technologist & Personal Trainer


Verdure di febbraio, una gustosa varietà!

Quali sono le verdure di febbraio? In questo mese, nonostante le temperature invernali, madre natura ci offre alimenti vegetali ricchi di antiossidanti e dalle molteplici proprietà benefiche.

Verdure di febbraio:  broccoli e cavoletti

E’ vero che in questo periodo,  in cucina, si  dispone di una gamma piuttosto ristretta di verdure, ma è altrettanto possibile creare una variegata serie di piatti gustosi e molto utili al nostro benessere. Febbraio è il mese dove si consumano di più zuppe, minestre e contorni di verdure cotte. Vediamo allora di quali verdure disponiamo. I broccoli ed i cavoletti di Bruxelles, che sono ricchi di vitamina C, quelle del gruppo B e di tanti minerali tra cui fosforo, ferro, potassio e calcio, possono essere cucinati in tanti modi (al vapore, al gratin, in padella) e sono un valido aiuto per la depurazione del corpo (si espellono più facilmente le tossine). Essendo ricchi di antiossidanti sono considerati, di diritto, alimenti anti-cancro (soprattutto quello al seno).

Verdure di febbraio: bietole e rape tedesche

Le bietole, invece, possono essere usate nella preparazione di molte ricette. Sono ricche di acido folico e di fibre e sono consigliate come rimedio naturale per facilitare la diuresi, modulare i picchi glicemici e potenziare l’assorbimento di ferro. Come tuberi,  “sosia” delle comuni patate, ma ad indice glicemico irrisorio, padroneggiano tra i banchi dei fruttivendoli, i topinambur o Rape tedesche. Sono ricchi di fibre (come l’inulina)  ed ipocalorici  e si prestano al consumo sia crudi che cotti. Hanno proprietà benefiche: riducono la formazione di gas intestinali, regolano la digestione e rallentano l’assorbimento degli zuccheri.

Verdure di febbraio: barbabietola rossa e cicoria

Anche la barbabietola rossa, ricca di carboidrati, beta-carotene, amminoacidi e minerali (come ferro, magnesio, zinco, rame, manganese, potassio, calcio, fosforo  e selenio) è un valido alimento detox e anti-tumorale ed un ottimo ricostituente, rimineralizzante e antidepressivo naturale. Si può preparare un ottima zuppa dal caratteristico colore rosso o può essere consumata cotta e tagliata a fette, arricchendola di spezie ed aromi profumati. La cicoria, invece, è la verdura meno gradita ai più, per il suo sapore amarognolo, ma è proprio grazie ai suoi costituenti amari che deve la sua azione depurativa a livello epatico, intestinale e renale. Nel mese di febbraio si possono tranquillamente consumare altri tipi di vegetali come le carote, i finocchi, il sedano, la zucca e il radicchio, le cui coltivazioni si protraggono dall’autunno fino oltre la stagione invernale.

[rrssb options="email,facebook,twitter,pinterest"]