AIDS: un punto sulla malattia e le terapie


Scritto da Francesca Merlo


AIDS: un punto sulla malattia e le terapie

Oggigiorno si parla sempre meno di AIDS, quasi come se si trattasse di un pallido ricordo legato agli anni ’90.

Tuttavia, la malattia è ben lontana dall’essere stata sconfitta: stando alle ultime ricerche, i contagi sono tutt’altro che in diminuzione, soprattutto in alcune aree del mondo come l’Africa. Pensate che, ogni giorno, circa 1.800 giovani contraggono il virus dell’HIV e in Sudafrica si registrano i più alti tassi di HIV al mondo, i quali arrivano a sfiorare quasi il 90%.

Cerchiamo ora di fare un punto sulla situazione dei farmaci antiretrovirali oggi e in che modo sta procedendo la ricerca per trovare un vaccino a questa terribile malattia.

Non sono di certo nuove le polemiche per quanto riguarda il costo (alto) dei farmaci antiretrovirali e il difficilissimo accesso alle terapie per i malati di AIDS e HIV nei Paesi in via di sviluppo.

L’ultima denuncia arriva da Medici Senza Frontiere, in occasione della conferenza di Durban tenutasi il 22 luglio scorso. Stando a quanto riportato dai medici, i farmaci antiretrovirali hanno prezzi alle stelle e in continuo aumento, rendendo de facto impossibile riuscire a sopravvivere.

Nel frattempo, però, è arrivata anche una bella notizia: mentre si sta ancora lavorando allo sviluppo di un vaccino, l’UE ha dato il via libera all’uso dei farmaci antiretrovirali come profilassi di prevenzione per persone a rischio ma non ancora infette, e non più soltanto nei casi di malattia conclamata.

 
Fonti:

www.corriere.it

www.ansa.it

[rrssb options="email,facebook,twitter,pinterest"]