Infiltrazioni acido ialuronico: tutto quello che c’è da sapere


Scritto da Francesca Merlo


Infiltrazioni acido ialuronico: tutto quello che c’è da sapere

Cosa sono le infiltrazioni di acido ialuronico e a cosa servono? Ecco di cosa si tratta e in quali casi sono utili per la nostra salute.

Infiltrazioni acido ialuronico: cosa sono e perché si utilizzano

Le infiltrazioni di acido ialuronico, vale a dire le iniezioni infra-articolari di sodio ialuronato, servono per combattere i dolori articolari che possono essere causati dall’osteoartrosi o per altri problemi articolari, come per esempio nel caso degli sportivi. Come funziona questo trattamento, detto anche viscosupplementazione? L’acido ialuronico è in grado di legare molecole d’acqua e ridonare viscosità ed elasticità al liquido sinoviale, in modo da ridurre il dolore causato dalle lesioni della cartilagine. Più semplicemente, l’acido ialuronico lubrifica e protegge le articolazioni dagli stress meccanici.
Non esiste un trattamento uguale per tutti, ma generalmente si utilizzano 20mg di acido ialuronico una volta a settimana per almeno un mese. Le infiltrazioni di acido ialuronico andrebbero ripetute ciclicamente almeno due volte all’anno.
Notoriamente l’acido ialuronico, essendo una sostanza già presente nel nostro organismo, è molto ben tollerato; tuttavia, è bene prestare attenzione ad alcuni accorgimenti e controindicazioni.

Infiltrazioni acido ialuronico: ginocchio

Le sedi in cui possono essere effettuate delle infiltrazioni di acido ialuronico sono svariate. Una delle aree di utilizzo più frequente è sicuramente il ginocchio, altamente esposto ai danni dell’artrosi (in questo caso si parla di gonartrosi) e ad altri traumi meccanici. Il trattamento di acido ialuronico può essere molto utile anche in seguito a un intervento di meniscectomia.

Infiltrazioni acido ialuronico: spalla

Un altro impiego è nelle patologie che riguardano la zona della spalla, nei casi in cui siano presenti dolore e limitazione articolare, causati ad esempio da osteoartrite, capsulite, tendinopatia o borsite. Siccome le patologie della spalla sono molteplici, è essenziale effettuare una diagnosi corretta in modo da stabilire con precisione in quale area deve essere effettuata l’infiltrazione.

Infiltrazioni acido ialuronico: anca

L’acido ialuronico può inoltre essere utile per il trattamento conservativo dell’artrosi all’anca, un problema che può presentarsi come molto invalidante, con forti dolori che vanno dalla zona inguinale al gluteo e che si accentuano con il movimento, rendendo quindi molto difficoltoso camminare. L’acido ialuronico agisce come lubrificante sull’anca, diminuisce il dolore e dona un supporto biologico e di nutrizione.

[rrssb options="email,facebook,twitter,pinterest"]