L’importanza della prevenzione


Scritto da Francesca Merlo


L’importanza della prevenzione

È di fondamentale importanza effettuare un controllo periodico della propria salute.

Negli ultimi anni è cresciuto esponenzialmente il numero degli esami preventivi e dei vari check up per controllare lo stato della nostra salute. Si tratta dei cosiddetti pacchetti di prevenzione, formulati specificamente per i vari gruppi di età. Infatti, è andato via via diminuendo il controllo periodico generale, mentre i medici sono stati incoraggiati a spingere i pazienti a effettuare controlli mirati, in correlazione ai fattori di rischio.
Questo sistema, tuttavia, non è privo di problematiche: alcuni suggerimenti sono infatti in conflitto fra loro ed è sempre più difficile scegliere a quale consiglio dare ascolto, dato che spesso sono contrastanti. Per esempio, ci sono molte discussioni in merito a quando sarebbe il caso di effettuare un elettrocardiogramma.

Generalmente, il consiglio del medico nell’ottica della prevenzione dovrebbe basarsi sui seguenti criteri:

1. Il costo dell’esame prescritto deve essere giustificato dalla gravità della malattia del paziente.
2. La diagnosi precoce che consegue all’esame di prevenzione deve indurre un miglioramento dello stato della patologia, diminuendo l’entità dei sintomi e della mortalità.
3. I benefici conseguenti all’esame di check up devono essere superiori ai danni, anche psicologici, connessi alla misura di prevenzione in questione.

Sono numerose le patologie che possono essere evitate se si esegue una corretta prevenzione, senza tuttavia incorrere in una eccessiva medicalizzazione. Di fondamentale importanza è la consulenza effettuata presso il proprio medico, il quale è in grado di consigliare quali sono i comportamenti da adottare per evitare di incorrere in pericoli per la salute. In secondo luogo, è necessario investire nell’educazione sanitaria per una maggiore consapevolezza da parte del paziente.

 
Fonte: www.sapere.it

[rrssb options="email,facebook,twitter,pinterest"]