Riallineamento del setto nasale: un intervento non invasivo


Scritto da Marianna Di Palo


Riallineamento del setto nasale: un intervento non invasivo

Le linee guida per l’operazione: la durata e i suggerimenti per una pronta guarigione.

Un intervento che spesso si rivela necessario è la settoplastica: riallinea il setto nasale e corregge alcune deviazioni congenite o legate a traumi. Si ricorre all’operazione quando i risultati dei test di rinomanometria, che verificano la funzionalità nasale, e la verifica sulla durata del trasporto mucociliare, relativo alle mucose, risultano alterati.

 

NESSUNA CICATRICE

La settoplastica è poco invasiva: le incisioni che il chirurgo pratica durante l’operazione sono interne alle narici e non sono lasciati segni visibili esternamente.

Di norma, l’intervento ha una durata di una o due ore circa. In caso di deviazioni particolarmente complesse del setto nasale, i tempi di intervento sono superiori. Non sono previste grandi complicanze e i gonfiori che si possono manifestare scompaiono in una decina di giorni.

 

UNA RIPRESA ACCELERATA

La guarigione di osso e cartilagine avviene dopo circa una settimana dalla settoplastica. Le brevi tempistiche di recupero sono dovute dal miglioramento delle tecniche operatorie e da nuovi dispositivi che contribuiscono a rigenerare la mucosa. Un aiuto in questo senso è dato dall’acido ialuronico, molecola presente all’interno dei nostri tessuti, che è somministrato tramite nebulizzazione. La sua azione biostimolante e biorivitalizzante è fondamentale per riparare e ricostruire i tessuti, velocizzando la guarigione e la normalizzazione della mucosa.

 

 

 

Fonte: http://www.nasochiuso.com/chirurgia/settoplastica/

[rrssb options="email,facebook,twitter,pinterest"]