Il lavoro ora si trova con un videogame


Scritto da Francesca Merlo


Il lavoro ora si trova con un videogame

La società è cambiata radicalmente nelle sue strutture più profonde e continua a evolversi sempre più rapidamente.

Allo stesso modo, anche il lavoro sta subendo un’evoluzione radicale rispetto alle decadi precedenti e, di conseguenza, il nostro approccio verso di esso deve necessariamente adattarsi alle sue nuove forme.

Oggi, in misura decisamente maggiore rispetto a qualche anno fa, le competenze stanno diventando meno importanti rispetto alle cosiddette soft skill: in un mondo sempre più professionalizzato e specializzato, il candidato per un lavoro viene scelto in primo luogo per le sue doti attitudinali.

Prendendo in prestito alcune dinamiche della gamification, ora si può stabilire qual è il proprio profilo attitudinale grazie a un videogame, Atti2de.
Si tratta di un videogioco online che, in circa 10 minuti, è in grado di desumere e misurare le soft skill del giocatore, riuscendo a stilare un profilo attitudinale completo dell’individuo. Di conseguenza, sarà molto più semplice stabilire quanto il candidato sia adatto a un particolare tipo di lavoro, mettendo in rapporto dinamico offerta e domanda di lavoro.

Un’opportunità senza precedenti che permette, attraverso il gioco, di conoscere maggiormente se stessi, le proprie qualità, attitudini e caratteristiche caratteriali, così che sia anche più facile mettere in luce le proprie doti nel curriculum o nella lettera di presentazione.
D’altro canto, i recruiter saranno facilitati nel processo di selezione, riuscendo a determinare con più precisione quali sono i candidati più indicati per un determinato ruolo.

Il gioco analizza più di 150 comportamenti per la maggior parte impliciti e riesce a stabilire cosa ci piace e cosa no, le cose per le quali siamo più portati e le cose che non ci piace fare.

Il presidente di Atti2de, Maurizio Gamberini ha dichiarato: «l’attuale versione del gioco-test misura 9 delle 12 attitudini del modello Maspi e a settembre rilasceremo la versione definitiva, in grado di misurare anche le ultime 3 attitudini: opportunità, vincoli ed espressività emotiva, oltre alla nuova versione aggiornata degli algoritmi di calcolo. Il 93% degli oltre 400 utenti che hanno effettuato il gioco-test in questi primi 4 mesi di attività si sono riconosciuti nel proprio profilo».

 
Fonte: corriereinnovazione.corriere.it

[rrssb options="email,facebook,twitter,pinterest"]