Monossido di Carbonio: trovato possibile antidoto


Scritto da Antonia Mariconda

Blogger and Founder at “The Cosmedic Coach”


Monossido di Carbonio: trovato possibile antidoto

Il monossido di carbonio è un killer silenzioso. Si pensa infatti che questo gas rappresenti la maggior causa di morte per avvelenamento nel mondo.

Non è visibile, non ha odore e può aumentare con il passar del tempo. Uno dei modi migliori per ridurre il rischio di monossido di carbonio è una rilevazione efficace. Gli scienziati inoltre stanno lavorando su un possibile antidoto per tuttequelle persone che sono state esposte a questo dannoso gas.

Qual è l’antidoto?

Gli scienziati pensano che l’antidoto, che funziona da “saprofago”e che contiene una proteina progettata specificamente per legarsi velocemente al monossido di carbonio presente nel sangue, possa essere iniettato nelle persone. Questo significa che il gas tossico non sarà in grado di attaccare i globuli rossi e quindi il processo di avvelenamento si fermerà.
Sembra una scoperta fantastica, ma il rimedio non è immediato. Come altri interventi medici, ci vorrà del tempo prima che possa essere utilizzato per la popolazione.

Ulteriore informazione su monossido di carbonio

Come abbiamo già detto, il monossido di carbonio non ha nessun odore riconoscibile. Significa quindi che si può diffondere per diverso tempo nelle nostre case prima di potersene accorgere. Esso affama di ossigeno il cervello perché si appropria dei globuli rossi che viaggiano nel nostro corpo e può essere molto pericoloso se si viene esposti per lunghi periodi.
Purtroppo i bambini sono particolarmente a rischio d’avvelenamento. In molti casi il monossido di carbonio risulta fatale, mentre è probabile che coloro che sopravvivano soffrano di problemi neurologici che potrebbero durare a lungo.

Come fa il monossido di carbonio ad entrare nelle nostre case?

In tanti casi, il monossido di carbonio si genera quando un carburante viene bruciato dentro casa. Alcuni dei fattori più diffusi che contribuiscono all’avvelenamento del monossido di carbonio è il gas di scarico della macchina, i generatori portatili, stufe e fornelli a gas.
Se questi sono usati in un luogo chiuso, il rischio che il monossido aumenti è molto più alto e può portare all’avvelenamento. L’inverno è il momento di maggiore rischio per le persone che usano questi dispositivi ed elettrodomestici con più frequenza.

I sintomi dell’avvelenamento del monossido di carbonio

È difficile capire se si soffre di avvelenamento da monossido di carbonio. I principali sintomi possono essere confusi con tante altre condizioni. Però, se soffrite di uno di questi sintomi, il migliore consiglio è quello di uscire da casa e stare all’aria aperta.
I sintomi sono:
– Vertigini
– Mal di testa
– Nausea e vomito
– Dolore al petto
– Confusione

Precauzioni per evitare l’avvelenamento del monossido di carbonio

Fortunatamente ci sono delle cose che si possono fare per ridurre il rischio d’avvelenamento da monossido di carbonio. Uno dei modi più semplice è quello di installare dei rilevatori di gas. Funzionano con pile e suonano se i livelli elevati di CO vengono rilevati in casa.
Assicuratevi che la vostra caldaia e altri elettrodomestici a gas vengano controllati ogni anno; questo assicura non solo che funzionino bene, ma soprattutto che siano ventilati nel modo corretto.
Le automobili non dovrebbero mai essere lasciate accese nel garage sotto casa. Questo vale anche per quando la porta è aperta. Inoltre, non usate mai generatori portatili o fornelli di campeggio dentro casa.
Seguendo queste facili precauzioni, puoi proteggerti dall’avvelenamento da monossido di carbonio. Speriamo che gli scienziati riescano a trovare presto una soluzione per questo enorme problema e non quando potrebbe essere troppo tardi.

[rrssb options="email,facebook,twitter,pinterest"]