Dove risiedono i nostri pensieri? Lo rivela l’“atlante semantico” cerebrale


Scritto da Marianna Di Palo


Uno studio californiano ha mappato il cervello umano, dividendolo in aree che individuano parole con significati simili.

È stata studiata una mappatura delle differenti aree del cervello per codificare i nostri pensieri. Ne parla una ricerca pubblicata sulla rivista Nature: per la prima volta è stato individuato un “atlante semantico” del cervello umano. Si tratta di una mappa che illustra le differenti aree semantiche del cervello, presentate in colori vivaci e dalle dimensioni molteplici.

Lo studio, condotto da un gruppo della University of California di Berkeley, spiega come il cervello umano organizzi il linguaggio, a seconda delle aree cerebrali che individuano termini con un significato simile. Ogni area ha una propria tipicità. Per esempio, nell’emisfero frontale c’è una piccola zona che risponde quando ascoltiamo determinate parole e che ci permette di collegarla ad altre associate al loro campo semantico.

Nella ricerca sono stati coinvolti sei volontari, che hanno trascorso più di due ore ciascuno all’interno di un apparecchio per la risonanza magnetica funzionale, strumento che misura con precisione quali aree del cervello sono attive in ciascun istante. Durante le sedute, tutti i volontari hanno ascoltato lo stesso programma radiofonico; i risultati sono stati confrontati tra loro e elaborati con un programma che analizza la semantica dei testi trasmessi.

 

 

Fonte: http://www.nature.com/nature/journal/v532/n7600/full/nature17637.html; http://www.deepstuff.org/scientists-map-brains-thesaurus-help-decode-inner-thoughts/. http://www.wired.it/scienza/lab/2016/04/28/mappa-significato-parole-cervello/.

[rrssb options="email,facebook,twitter,pinterest"]