I tessuti come fonte di energie rinnovabili


Scritto da Francesca Merlo


I tessuti come fonte di energie rinnovabili

Una nuova scoperta scientifica apre nuove strade e possibilità per le fonti di energia rinnovabile, nell’ottica di rendere la vita degli esseri umani sempre più sostenibile.A sfruttare l’energia di sole e vento, generando quindi energia elettrica, sono dei nuovi tessuti “intelligenti” scoperti dagli scienziati americani del Georgia Institute of Technology, coordinati da Zhong Lin Wang. Nei test condotti, un pezzo di questo tessuto è stato legato a un’asta e fatto sventolare come se fosse una bandiera. Pur trovandosi in condizioni ambientali difficili, come ad esempio in una giornata nuvolosa, circa 20cm2 di questa stoffa è in grado di produrre 2 volt di energia solare ed eolica in un minuto.
Come è stato realizzato questo tessuto speciale? Sono state semplicemente intessute delle fibre di lana con altre fibre di materiale plastico polimerico, contenenti all’interno delle minuscole celle solari e nanogeneratori: in questo modo l’energia viene prodotta a partire dai movimenti meccanici impressi dagli agenti esterni.
I vantaggi? Questo tessuto è leggero, flessibile, versatile e i materiali utilizzati sono molto economici. Ora non resta che attendere che venga immesso sul mercato, anche se si dovrà aspettare ancora qualche tempo per ulteriori test e migliorie: è infatti necessario rendere il tessuto anche impermeabile a pioggia e umidità per proteggere tutti gli elementi elettronici al suo interno.

 
Fonte: www.ansa.it

[rrssb options="email,facebook,twitter,pinterest"]