Agorafobia: sintomi e trattamento. Cosa fare?


Scritto da Chiara Mastropasqua

Neuro scienziata / Neuro Scientist


Agorafobia: sintomi e trattamento. Cosa fare?

L’agorafobia è un disturbo d’ansia che espone i soggetti che ne soffrono a una sensazione incontrollata di paura e disagio in specifiche situazioni in cui essi si sentono non a proprio agio,

intrappolati, privi di supporto, nel panico, pervasi di un forte desiderio di evasione e fuga verso un luogo reputato più sicuro.

Agorafobia: sintomi fisici

I sintomi dell’agorafobia sono associabili a quelli presentati durante gli attacchi di panico,che sono caratterizzati dall’insorgenza improvvisa di sintomi quali accelerazione del battito cardiaco (tachicardia, palpitazioni), sensazione di dolore e/o fastidio al petto, accorciamento del respiro (iperventilazione) e sensazione di soffocamento, di affaticamento, sbandamento, instabilità e debolezza, tremori diffusi, intorpidimento, formicolio delle estremità (parestesia), disturbi addominali e sensazione di nausea, incremento della sudorazione, vampate, brividi.
I sintomi fisici sono spesso accompagnati da una sensazione di irrealtà, di estraniamento e di distacco dall’ambiente spesso accompagnato ad una sensazione di impossibilità di comunicare con l’esterno, a un’improvvisa paura di perdere il controllo e di morire.

Agorafobia: sintomi e criteri diagnostici

I criteri per diagnosi di agorafobia sono elencati nel DSM ( American Psychiatric Association’s Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders) e sono basati sulle caratteristiche dei sintomi e sulle loro modalità di insorgenza,frequenza e intensità.
Uno dei criteri prevede che il soggetto abbia avuto esperienza della sintomatologia specifica dell’attacco di panico (riportata di seguito) in duo o più delle seguenti situazioni:
● utilizzo di trasporti pubblici
● spazi aperti
● spazi chiusi (ascensore o macchina)
● in mezzo alla folla
● essere fuori di casa da solo
Un altro criterio è la ricorrenza degli attacchi di panico e la conseguente presenza delle seguenti sensazioni:
● paura di avere un nuovo attacco di panico
● paura delle sue conseguenze (come per esempio paura di un infarto o di perdere nuovamente il controllo)
● un cambiamento del comportamento abituale come conseguenza dell’attacco di panico precedentemente vissuto.

Agorafobia: sintomi, insorgenza e trattamento

Come altri disturbi d’ansia, i sintomi dell’agorafobia insorgono solitamente durante l’adolescenza, periodo in cui questo disturbo comincia a interferire in maniera più evidente con la vita relazionale e sociale. L’agorafobia rappresenta un disturbo altamente destabilizzante per il soggetto che si trova costretto a modificare le proprie attività quotidiane al fine di evitare qualsiasi situazione che viene vissuta come minaccia e come possibile fonte di attacco di panico.
Come in altri disturbi d’ansia, la psicoterapia, la terapia cognitivo comportamentale,la terapia da esposizione, farmaci specifici e cambiamenti dello stile di vita possono attenuare la sintomatologia aiutando i soggetti affetti a ritrovare il proprio equilibrio quotidiano.

 

 

[rrssb options="email,facebook,twitter,pinterest"]