Ansia da prestazione: cause e rimedi


Scritto da Areastream


Ansia da prestazione: cause e rimedi

Quando si parla di ansia da prestazione si tende ad associare questo disturbo solo ed esclusivamente alla sfera sessuale.

Essa però coinvolge sfere più ampie e differenti come quella lavorativa o scolastica.

Ansia da prestazione: il contesto

Nonostante negli ultimi anni la qualità della vita sia aumentata, molti sono i fattori che tendono a far percepire noi stessi come esseri fragili o inferiori. Viviamo in un ambiente molto competitivo dove tutto scorre freneticamente mentre noi siamo chiamati ad essere sempre impeccabili, risolutivi, puntuali, precisi e al top della forma, non dimenticando ovviamente di essere partecipi alla vita collettiva. Quindi succede spesso che, anche una semplice attività come un’uscita tra amici, può essere percepita come fonte di stress e quindi causare ansia.
Prima di tutto bisogna precisare che l’ansia è una condizione della nostra psiche che non ci è nemica anzi, imparare a conoscerla e gestirla potrebbe renderci ancora più forti e potrebbe aiutarci ad avere quella marcia in più necessaria per affrontare alcune situazioni.

Ansia da prestazione: patologie correlate

A tutti noi sarà capitato almeno una volta nella vita di provare ansia da prestazione prima di un’interrogazione, di un colloquio di lavoro o prima della presentazione di un progetto per noi importate, il che è perfettamente normale. Quando però questa condizione tende a sopraffare la persona e ad essa subentrano anche fattori quali l’insonnia, irritabilità o manifestazioni sintomatiche come disturbi intestinali o dermatologici , è il caso di rivolgersi ad uno specialista in modo da prevenire l’insorgere di patologie più gravi, come fobie od ossessioni che andrebbero a minare il nostro vivere sociale.

Ansia da prestazione: cause e rimedi

Le radici dell’ansia da prestazione spesso si individuano nell’infanzia, ossia in quella fase della vita dove si pongono le basi per la nostra futura autostima. Chi soffre d’ansia da prestazione è solitamente un soggetto che tende ad avere una bassa autostima ma al contempo nutre aspettative molto alte e severe noi propri confronti. È perciò un soggetto che si pone il raggiungimento della perfezione come obiettivo, con la tendenza ad avere il pieno controllo su quello che lo circonda. Questo continuo concentrarsi su aspetti non controllabili porta l’individuo a vivere costantemente un senso di impotenza e ossessione che genera poi lo stato d’ansia.
L’ansia da prestazione assorbe molte delle nostre energie fisiche e mentali; bisognerebbe quindi imparare a non affannarsi per tutti quegli aspetti che non sono sotto il nostro controllo e che quindi non dipendono da noi concentrandoci sul processo, sul percorso anziché sul risultato finale. In questo modo potremmo affrontare tutto in modo più libero e sereno.

 

Nicole Bezzi
Fonti: http://bit.ly/2gOAzBe – http://bit.ly/2gEyjcv

[rrssb options="email,facebook,twitter,pinterest"]