Ansia mattutina, come affrontarla


Scritto da Areastream


Ansia mattutina, come affrontarla

Esiste una forma particolare di ansia che sembra avere caratteristiche tali da poter essere catalogata come una categoria clinica a sé stante: l’ansia mattutina.

Ansia mattutina: di cosa si tratta?

È un particolare tipo di disagio che si riscontra solo nel primo risveglio, nei minuti che precedono l’alzarsi dal letto. Accade che ci si sveglia prima del dovuto; la mente è subito invasa da un profondo senso di inquietudine, da pensieri ansiogeni e ossessivi, per quanto ci si sforzi di rilassarsi.

In genere, l’ansia mattutina può essere provocata dai disturbi del sonno, da una dieta non corretta e da un eccessivo utilizzo di caffeina.

Ansia mattutina: ecco cosa fare

Ecco tre semplici rimedi per contrastare questa forma ansiosa.
Fare esercizio fisico, anche solo qualche semplice esercizio di stiramento dei muscoli appena sceso dal letto contribuiranno a riattivare i collegamenti di propriocezione del corpo, mettendo a tacere la mente con vorrebbe prendere il sopravvento con i pensieri negativi.
Ridurre lo stress quotidiano: passaggio più complicato ma necessario. L’ansia mattutina è infatti collegata alla tensione emotiva dovuto all’intenso ritmo delle giornate, che per questo è importante, per quanto possibile, diminuire.
Coltivare pensieri positivi: proprio per contrastare il pensiero dello stress delle ore successive, è importante orientare la mente verso le cose positive accadute negli ultimi giorni, se necessario con l’aiuto di un diario su cui annotarle.
Interrompere la connessione tra tensione e risveglio, provando a vedere la giornata che sta per iniziare non come una sfida, ma come un’opportunità per migliorarsi e imparare cose nuove.

Dott.ssa Valeria D’Antonio

Psicologa clinica e mediatrice familiare

 

[rrssb options="email,facebook,twitter,pinterest"]