Quando la dipendenza da internet crea disturbo


Scritto da Areastream


Quando la dipendenza da internet crea disturbo

L’abuso e la successiva dipendenza da internet e dalle nuove tecnologie rappresenta una grande minaccia per molti individui, in quanto tale dipendenza è in grado di compromettere la sfera sociale, psicologica, lavorativa e affettiva delle persone.Passare troppe ore a “navigare” comporta il rischio di perdere il contatto con la realtà a favore di un mondo virtuale che finisce per alterare la propria identità e le nostre relazioni interpersonali. La rete dà la possibilità di abbattere le barriere spazio-temporali e “rinchiude” le persone in una sorta di mondo parallelo all’interno del quale sperano di trovare quelle gratificazioni che la vita reale nega.

Questa situazione finisce per danneggiare diverse aree di vita, quali quella lavorativa, sociale e scolastico-lavorativa, in cui si rilevano problemi di scarso profitto, di assenteismo scolastico-lavorativo e di isolamento sociale anche totale.

La prevenzione rimane un utile strumento per tutti. A questo riguardo, occorre limitare la quantità di tempo trascorso quotidianamente on line, integrando tale attività con una reale socializzazione. Il passo successivo per chi avverte questa dipendenza è un aiuto professionale in grado di andare all’origine di questo disagio, aiutando a superare le eventuali insicurezze che possono essere alla radice del ricorso ad Internet.

Ma vediamo nel dettaglio quali sono i disturbi per la psiche veri e propri causati da internet.
Il giornalista per il Guardian e Wired, David McCandless, ha catalogato tutta una serie di malattie mentali la cui causa diretta è proprio la rete. Tra i 27 disturbi da lui individuati e raccolti sul sito Inter Mental si annoverano la dipendenza e costipazione da informazioni, il wikipedismo da eccesso di debunking, l’ansia dall’essere tagliati fuori o ancora la dipendenza compulsiva da consultazione di email, la compulsione a condividere ogni singolo momento della propria vita sui social network, fino ad arrivare ai disturbi di identità.

Addirittura gli scienziati hanno scoperto che la cosiddetta dipendenza da internet modifica la struttura del nostro cervello, oltre che il nostro comportamento. Secondo un gruppo di ricercatori cinesi, infatti, l’Internet Addiction Disorder ha effetti anche sull’anatomia cerebrale: attraverso una risonanza magnetica sono state rilevate delle anomalie nella materia bianca in 17 adolescenti affetti dalla dipendenza da internet. Le zone colpite sono quelle relative agli aspetti comportamentali dell’individuo: dall’attenzione ai processi decisionistici, fino alla sfera delle emozioni.

Dott.ssa Valeria D’Antonio

Psicologa clinica e mediatrice familiare

Fonte: www.wired.it

[rrssb options="email,facebook,twitter,pinterest"]