Effetti Social: i pro e i contro dell’alfabetismo nelle reti digitali


Scritto da Areastream


Effetti Social: i pro e i contro dell’alfabetismo nelle reti digitali

I social network possono avere effetti diversi in base all’età di chi ne usufruisce.

Le reti digitali “social” rappresentano oggi strumenti più che utilizzati per socializzare, rimanere in contatto, condividere informazioni. Eppure negli ultimi anni alcune ricerche hanno messo in evidenza alcuni effetti negativi di tali strumenti sulla nostra mente.

Un primo effetto è l’analfabetismo emotivo: cioè l’incapacità di riconoscere le emozioni proprie o altrui. Questo perché nell’uso dei social network il corpo reale, con le sue emozioni, scompare dalla relazione e viene sostituito da un corpo virtuale, composto da una pluralità di immagini parziali e contestualizzate, che mostrano soltanto gli aspetti che vogliamo condividere e sottolineare.

Un secondo impatto negativo è particolarmente evidente negli adolescenti. In particolare, l’adolescenza è un’età in cui il soggetto è chiamato a una definizione della propria identità, attraverso l’integrazione di una serie di componenti. Al contrario, l’interrealtà dei social network è un contesto che favorisce la moltiplicazione delle identità piuttosto che la loro integrazione: questo ha delle ripercussioni sul processo di maturazione dell’identità del soggetto.

Inoltre, l’utilizzo eccessivo dei social network può creare una vera e propria forma di dipendenza. Questa sembra essere dovuta al forte senso di sicurezza, di personalità e di socialità che tale forma di siti sono in grado di fornire. L’ assuefazione dai social network potrebbe essere causata dalla fermezza e dalla socialità che questi siti sono in grado di fornire grazie alle loro infinite applicazioni.

In conclusione, se da una parte, quando sono utilizzati da persone mature in modo responsabile i social network rappresentano un’importante opportunità per raccontarsi, per migliorare le proprie relazioni interpersonali e perfino per fare business. Se usati in maniera non responsabile da persone troppo giovani, possono creare problemi e difficoltà che, in alcuni casi, nemmeno il tempo riesce a cancellare.

 

Dott.ssa Valeria D’Antonio

Psicologa e Mediatrice Familiare

[rrssb options="email,facebook,twitter,pinterest"]