Nella dieta, il cibo è il nostro primo alleato


Scritto da Areastream


Nella dieta, il cibo è il nostro primo alleato

Una mente consapevole del proprio corpo è in grado di distinguere i sintomi della fame.

La quantità di cibo che assumiamo quotidianamente dipende in gran parte dall’ambiente circostante e spesso l’aumento di peso è strettamente legato a vuoti emotivi da colmare.

Per bloccare gli attacchi di fame improvvisi, è importante imparare a riconoscere quali motivi ci spingono verso il cibo. In questo modo, gradualmente sarà ristabilito un equilibrio tra corpo e mente e il cibo si trasformerà da nemico a alleato.

 

COME FARE

È importante saper ascoltare il proprio corpo e cercare di distinguere il sintomo della fame dalle voglie della ‘falsa fame’. Infatti, il nostro fisico smette di desiderare il cibo superfluo quando la mente è appagata, attraverso la consapevolezza e la cura di sé, che comprende anche la qualità del sonno e l’attività fisica.

Per questi motivi, per regolare la propria dieta, basta seguire qualche semplice dritta:

  • Prima di mangiare, prendere tempo e pensare se si è realmente affamati o meno;
  • Quando si mangia, assaporare ogni boccone e consumarlo lentamente;
  • Soffermarsi sui colori e sui sapori, dandosi il giusto tempo per godere veramente del cibo;
  • Seguire il più possibile una dieta mediterranea tradizionale, che preveda il consumo di cereali ogni giorno e frutta e verdura in grande quantità.

 

Dott.ssa Valeria D’Antonio

Psicologa e Mediatrice Familiare

 

[rrssb options="email,facebook,twitter,pinterest"]